ENI aiuta l’Egitto

Eni stà mettendo in campo molte risorse in Egitto sia dal punto di vista economico che da quello geopolitico visto che stà offrendo una maggior stabilità anti terroristica ad una zona già di per sè cruciale.

Lo ha dichiarato il nostro Presidente del Consiglio Matteo Renzi nell’ambito di un discorso riguardante le azioni da intraprendere contro il fenomeno del terrorismo, specialmente dopo gli attacchi di Parigi.

“Sono entusiasta del lavoro che sta facendo Eni in Egitto non solo perché è un bel business ma anche perché è un grandissimo aiuto geopolitico”.

In agosto Eni aveva dichiarato di aver scoperto un giacimento di gas nell’offshore egiziano contenente al suo interno un potenziale di risorse pari a 900 miliardi di metri cubi che a sua volta sono pari a 6 miliardi di barili di olio equivalente.

Questa scoperta è la più grande mai effettuata in Egitto e nel Mar Mediterraneo e potrebbe diventare una delle scoperte più grandi a livello mondiale soddisfacendo la domanda egiziana per decenni.