Trading online

Cos’è e come funziona l’analisi tecnica nel trading online

Spesso abbiamo sentito parlare di analisi tecnica nel trading online, ma la maggior parte delle volte, chi è alle prime armi non sa bene di cosa si tratta e spesso si spaventa.

Sappiate che l’analisi tecnica nel trading online è una tipologia di analisi che consente di studiare gli andamenti passati che ha avuto un determinato asset, durante i giorni, mesi o anni prima.

Monitorando il passato sarà possibile prevedere gli eventuali andamento futuri di criptovalute, coppie di valute, titolo azionari, indici di borsa, materie prime ecc..

Soprattutto per quanto riguarda le valute, l’analisi tecnica è molto utilizzata nel forex trading.

Perché nel corso del tempo spesso capita che valute come dollaro, euro, yen e sterlina hanno avuto un comportamento analogo nel corso degli anni.

Per quanto riguarda le azioni e le materie prime invece, fare l’analisi tecnica forse non è ottimale come soluzione.

Questo perché molto spesso questi asset dipendono da eventi che si manifestano nel corso del tempo.

Ad esempio, se 1.000.000 di ettari di caffè vanno bruciati, il prezzo del caffè salirà, perché si sarà una riduzione di offerta, ma una domanda da dover soddisfare.

Così come se la Juventus vince la Champions League, il titolo schizzerà alle stelle perché diventerà ancor più importante.

Ma passiamo ad analizzare bene come funziona e cos’è l’analisti tecnica

L’analisi tecnica utilizza diagrammi e grafici per un’analisi attenta dei dati di mercato e dei modelli passati per cercare di effettuare una previsione corretta sulle tendenze future che prenderà un preciso asset.

Molti trader che scelgono di speculare su materie prime utilizzano l’analisi tecnica quando decidono di fare trading con i broker CFD.

Anche se non è molto indicato.

C’è molta confusione a riguardo, per questo vogliamo fornirvi una guida esaustiva sul alcuni strumenti dell’analisi tecnica.

Qui di seguito ve ne elenchiamo alcuni.

Indici fondamentali per fare una corretta analisi tecnica:

  • Bande di Bollinger: riproduzione e breakout delle bande di Bollinger e strategie di volatilità;
  • MACD: Com’è costruito e come si muove sui grafici, come funzionano i crossover e l’istogramma MACD;
  • Oscillatore Stocastico: identificazione delle aree ipervendute e ipercomprate, per notare le divergenze di prezzi;
  • Indice di forza: Indicatore per l’ipercomprato e l’ipervenduto ed ogni divergenza RSI.

Pattern grafici a candela più popolari

  • Grafico candlestick: Per esempio se il prezzo di chiusura è più alto del prezzo di apertura, il candlestick è rialzista;
  • Doji: Le doji indicano una forte indecisione, quindi né bull né ne bear prevale e prende il controllo;
  • Engishing al ribasso: Se i nuovi massimi sono respinti, bear spinge i prezzi sotto il minimo del giorno precedente;
  • Engulfing al rialzo: Se i nuovi minimi sono respinti, bull spinge i prezzi sopra il massimo del giorno precedente;

Altri schemi grafici a candela molto utilizzati:

  • Doppio fondo: Breakout di una resistenza verso l’alto, è fondata su una base di supporto e resistenza.
  • Testa e spalle: i prezzi rischiano di scendere sotto il supporto creato da spalla e testa;
  • Flag: sorgono sblocchi sopra la resistenza o sblocchi sotto un preciso supporto;
  • Supporto e resistenza: Il supporto è una zona in cui chi compra si staziona su alcune riduzioni di prezzo, la resistenza, al contrario, è quella in cui i venditori si stazione e blocca aumenti di prezzo.

In conclusione vi abbiamo elencato gli elementi principali che bisogna conoscere quando si decide di fare analisi tecnica.

Sicuramente uno dei modi migliori per far un’analisi precisa è scegliere di utilizzare sia l’analisi tecnica che l’analisi fondamentale, anche se spesso potrebbero trovarsi in conflitto.

Scegliere di approfondire tutti questi strumenti sarà impegnativo quanto estremamente utile, quindi se il vostro obiettivo è diventare dei veri trader, vi consigliamo di iniziare a studiare l’analisi tecnica.